UNGHIE DEBOLI? CI PENSA LO ZINCO!

UNGHIE DEBOLI? CI PENSA LO ZINCO!

15/7/20

Unghie fragili che si spezzano facilmente?

Le unghie fragili che si sfaldano facilmente, oltre a rappresentare un problema estetico, possono essere sintomi di patologie sottostanti o carenze vitaminiche.

Le unghie sono composte da cheratina, (una proteina largamente diffusa e che è il principale costituente di capelli, peli e unghie), vari oligoelementi (calcio, ferro, rame, zinco ecc.) e da vitamine (vitamina A, vitamina B6, biotina, vitamina C e vitamina E).

 

Nel momento in cui si ha una carenza ecco che le unghie si sfaldano. Purtroppo non si tratta dell’unica causa, poichè altri fattori giocano un ruolo importante.

  1. L’anemia a causa della carenza di ferro. Ma anche la carenza di calcio, di zinco, di vitamina B6 e B5, di vitamina A possono essere fattori determinanti, per non parlare dei problemi di tiroide o della mancata idratazione giornaliera.
  2. Anche l’alimentazione gioca un ruolo importante. Ecco i cibi alleati delle unghie: aglio, cipolla, cavolfiore, broccoli, cereali, pelle del pollo, crostacei, latticini, legumi, fegato, piselli e fagioli, tuorlo d’uovo, germe di grano, riso integrale, pesce e uova. Senza i nutrienti contenuti in questi alimenti le unghie s’indeboliscono e si sfaldano.
  3. Una delle cause comuni dello sfaldamento delle unghie è l’uso di detersivi aggressivi per la pulizia di casa; è per questo motivo che non bisogna mai dimenticarsi d’indossare i guanti. Inoltre smalti, gel per ricostruzione e solventi troppo acidi possono aggredire l’unghia indebolendola.

 

Molto spesso la carenza di zinco è una delle frequenti cause di indebolimento delle unghie. Viene spesso definito il minerale della bellezza (pur non essendo una vitamina) perché una sua carenza provoca effetti indesiderati su capelli, cute e unghie. E' il secondo minerale presente nel nostro corpo per quantità.

Gli alimenti con più alto contenuto di zinco sono le ostriche e i molluschi in generale, i cereali, il germe di grano, il fegato di vitello, il formaggio (tipo grana e la ricotta vaccina), carni di origine bovina, ovina e suina, i funghi secchi, il cacao, le noci, i pinoli, le fave secche e il tuorlo d’uovo.
Teniamo, però, presente che solo il 20-30% dello zinco presente negli alimenti viene assorbito dall’organismo.

 

Integrarlo è pertanto fondamentale:

Lo Zinco Gluconato agisce sul sistema immunitario. Risulta in grado di migliorare le difese fisiologiche contro i virus e malanni.

  • Negli uomini mantiene in salute l’apparato riproduttivo maschile. Può aiutare a prevenire l'infezione e l’infiammazione della prostata.
  • Nelle donne agisce sulla produzione di ormoni, contrasta l’amenorrea, la sindrome premestruale e climateriche e aumenta il desiderio sessuale.
  • Aiuta a mantenere la salute di pelle, unghie e capelli. L’integrità della pelle dipende dallo zinco, che deve essere presente in quantità sufficiente per garantire la sintesi proteica e la produzione del collagene per evitare perdita di elasticità e la formazione di smagliature.

 Scopri Zinco Gluconato