Parla l'esperto: i benefici dell'olio di cocco

Parla l'esperto: i benefici dell'olio di cocco

17/11/21

Il dottor Gianluca Ghilardi, Biologo nutrizionista, laureato a pieni voti in Biologia applicata alle scienze della Nutrizione presso l'Università degli studi di Milano ci illustra le proprietà del Burro di Cocco

Prodotto nelle Filippine e nell'Indonesia ed introdotto da poco nella nostra cucina il Burro di cocco contiene molti grassi saturi, ma a differenza dei grassi saturi di origine animale che sono a catena lunga, questi ultimi sono a catena corta.

Gli acidi grassi a catena corta (SCFA) sono facilmente metabolizzati ad acido butirrico dalla nostra flora intestinale, un acido grasso a sei atomi di carbonio che è fonte di nutrimento per le cellule intestinali stesse, inibisce la crescita delle cellule cancerose, aumenta la sensibilità del glucosio e dell'insulina prevenendo il Diabete e per ultimo agisce nel fegato abbassando la steatosi epatica.

Il burro di cocco allo stato puro presenta innumerevoli proprietà importanti per la salute. In particolare, essendo un prodotto di origine naturale, è privo di colesterolo. Per questa motivazione è consigliato per coloro che soffrono di ipercolesterolemia. La sua composizione naturale, può rimpiazzare senza problemi i comuni grassi animali come il classico e semplice burro.

Contiene alte quantità di acido caprilico. Quest’ultimo viene generalmente utilizzato nel campo della cosmesi e in quello alimentare, specie nell’ambito sportivo e salutistico. Si tratta di una sostanza molto utile per combattere i funghi presenti all’interno dell’organismo: in particolare, è un ottimo rimedio contro la candida.

Contiene anche l’acido caprico. Se questa sostanza viene assunta, produce all’interno dell’intestino umano un potente agente antimicrobico, chiamato monocaprino.

Il burro di cocco è composto per il 50% di acido laurico, che è presenta delle proprietà anti-infettive e antisettiche. Tutt’oggi, viene utilizzato e messo in commercio come un integratore alimentare anti-virale per combattere HIV ed herpes.

Il burro di cocco contiene anche il 90% di acidi grassi saturi, in quanto di origine vegetale. Questi ultimi, secondo alcuni studi, potrebbero favorire la perdita di grasso addominale. Tuttavia, viene fortemente sconsigliato di assumerne troppo da parte delle organizzazioni mondiali sanitarie.

Contiene la vitamina E; oltre ad essere una sostanza antiossidante e antinfiammatorio, riduce l’invecchiamento della pelle. Inoltre, rafforza e protegge il sistema immunitario.

Inoltre ha un punto d fumo di 177 gradi celsuis quindi è altamente consigliato per le fritture rispetto ai nostri oli raffinati.

 

Se ti è piaciuto l'articolo del dott. Ghilardi leggi anche gli altri blog.