LA NIGELLA SATIVA UN RIMEDIO ANTICO E MODERNO

LA NIGELLA SATIVA UN RIMEDIO ANTICO E MODERNO

14/7/21

La nigella sativa – meglio conosciuta come “cumino nero” o “coriandolo romano” – è un’erbacea facente parte della famiglia delle Ranuncolaceae. Oltre a trovare largo impiego in cucina, questa pianta è molto utilizzata in fitoterapia e omeopatia come antibiotico e antinfiammatorio naturale.

STORIA

I primi ad utilizzare questa pianta furono gli Egizi, che la utilizzavano per il processo della mummificazione dei defunti per garantire la cura e la conservazione. Gli stessi Egizi chiamavano l'olio estratto dalla pianta Olio di Cleopatra e Nefertiti. Le leggendarie regine utilizzavano l’olio essenziale da essa ricavato per le sue proprietà emollienti, nutritive e lenitive. Pare, infine, che tracce di nigella sativa siano state ritrovate addirittura nella tomba di Tutankamon.

Anche gli Arabi la definivano il “seme benedetto” per le sue proprietà infiammatorie e curative e sono stati trovati dei riferimenti di questo in alcuni scritti.

Maometto raccomandava di “utilizzare i semi del grano nero poiché essi curano tutte le malattie tranne la morte“. Questo spiega perché, ancora oggi, la Nigella sativa sia considerata uno dei rimedi fitoterapici più efficaci per il trattamento di diverse problematiche.

PROPRIETA'

Pianta erbacea ricca di ferro e dalla spiccata proprietà riscaldante. Possiede numerose proprietà conosciute fin dai tempi antichi:

  • Antibatterica, contrastando le infezioni di origine virale che colpiscono le vie aeree.
  • Antinfiammatoria e analgesica, che riequilibra la pelle in generale e in particolare il cuoio capelluto
  • Ipotensiva, grazie alla presenza prostaglandine. È quindi in grado di abbassare la pressione sanguigna e favorire la vasodilatazione.
  • Antispasmodica, poiché mitiga le irritazioni della gola e calma la tosse. Il nigellon – principio attivo che aiuta il controllo dei fenomeni asmatici di origine allergica.

OLIO DI NIGELLA

Dai suoi semi è possibile estrarre un olio preziosissimo ricco di aminoacidi, proteine, carboidrati, oli fissi e volatili. In particolare, carboidrati (35%), oli vegetali (35-45%), grassi Omega 3 e Omega 6, proteine (20%), olio essenziale (0,5-1,5%), oligoelementi ed enzimi. 

La struttura chimica dei polifenoli e tocoferoli, contenuti nel cumino nero, conferisce una significativa attività antiossidante, inoltre, il timochinone, anche detto TQ, esercita proprietà anti-infiammatorie, che possono essere molto utili anche in caso di asma.

A livello topico esplica un'azione lenitiva e riequilibrante della pelle, in particolare del cuoio capelluto, tanto da rendere la Nigella un rimedio “ortodermico” e viene utilizzata in caso di psoriasi e acne. Efficace anche per proteggere e rinfoltire la chioma.