LA PENNA ROSA

LA PENNA ROSA

30/9/20

Diamo il benvenuto alla nuova Rubrica “La Penna Rosa”, uno spazio tutto al femminile che affronterà il mondo della famiglia, della casa e dei bambini.  

I consigli e le idee non sono mai abbastanza; il confronto è fondamentale per ampliare il bagaglio delle proprie conoscenze e migliorarsi, perché, si sa, c’è sempre da migliorare.

Se si parla di bambini poi il dialogo è infinito!

Cosa fare con loro nel tempo libero? Come intrattenerli? 

Il ruolo del papà e della mamma, quali sono le differenze?

Le faccende domestiche: a chi toccano? Come velocizzarle ed agevolarle?

Come ritagliarsi e cosa fare in una pausa relax?

Questi sono alcuni degli argomenti che si toccheranno di volta in volta nella rubrica settimanale.

Ogni settimana verrà proposto un nuovo argomento che, si spera, sia in grado di incuriosirvi e stimolarvi.

Tante di voi, clienti di Ecosalute, siete mamme, zie, nonne, mogli e compagne! Questo spazio è dedicato a voi!

La semplicità, la creatività e la simpatia caratterizzeranno i testi che ogni mercoledì vi accompagneranno e vi daranno una nuovi spunti per la casa, per voi stesse e per la famiglia.

Siamo convinti che per arrivare al cuore delle persone non serva essere un esperto ma semplicemente uno di voi.

Un momento leggero, ma non troppo, che vuole unirsi al mondo Ecosalute dedicato a voi donne!

Buona lettura!

 

 

UN CAMBIO DI STAGIONE A PROVA DI BAMBINO!

L’autunno è iniziato, il clima si fa più fresco ed è ora di fare un bel cambio stagione!

La settimana però è ricca di impegni: tra lavoro, spesa, casa, sport e scuola il tempo, è proprio il caso di dirlo, ci divora.

Il cambio armadio può sembra una cosa noiosa, una seccatura; ma se lo si ripensa sotto forma di gioco forse diventerà più leggero per tutti!

 

Per fare un bel cambio armadio prima di tutto occorre liberarsi delle cose vecchie, rotte o che non si usano più. Perché tenere ancora quel vecchio maglione infeltrito che non viene indossato da anni? E quei pantaloni sdruciti e macchiati, che non si ha il coraggio di buttare ma non si utilizzano da secoli?

Coinvolgere i vostri figli in quest’attività, se hanno più di due anni, divertirà loro e agevolerà voi.

Trasformate una uggiosa domenica pomeriggio in un fantastico negozio di abbigliamento!

Potete anche creare un piccolo spazio dove i vostri figli si divertiranno a farvi da assistenti.

Date loro i vestiti da buttare: i piccoli sono pieni di inventiva e si diletteranno a travestirsi. Avete un ferro da stiro giocattolo? Ottimo: fate stirare e appendere i vestiti che non usate e vedrete come si divertiranno.

Nel mentre voi fate ordine, o perlomeno provateci; proseguite nel cambio armadio e non vi preoccupate del disordine che regna sovrano…..tra un paio di ore sarà tutto a posto!

Ogni tanto parlate a vostro figlio, fate finta sia l’addetto alla lavanderia, il negoziante di vestiti...insomma c’è da sbizzarrirsi! Così lo terrete sotto controllo e al contempo sbrigherete le vostre faccende, accompagnate da un'atmosfera rilassata e allegra che vi agevolerà il lavoro.

Essere più o meno presenti nel suo gioco dipende tantissimo dall’età del bambino e dalla sua capacità di gestire il suo tempo in autonomia. Ci sono bambini che sin da piccoli giocano da soli, altri meno.

I bimbi socievoli e maggiormente predisposti al gioco di gruppo, preferiscono giocare con qualcuno, cercando tanto l’appoggio e il coinvolgimento dell’adulto.

Soprattutto a casa, laddove si è figli unici, prevale questo atteggiamento che nel tempo andrà scemando.

Il gioco simbolico è una delle attività attraverso le quali il bambino impara a costruire e strutturare lo sviluppo della propria personalità: quanto più il bambino avrà modo di vivere esperienze di gioco simbolico, tanto più il bambino sperimenterà nuovi mondi che lo arricchiscono.

E la fantasia e la capacità relazionale vanno in tutti i modi stimolati!

Far finta di essere un negoziante o un addetto alla stireria, lo farà sentire importante, grande, e metterà in moto un linguaggio più ricco e insieme lo divertirà tantissimo.

Capiterà rubi i vostri abiti stirati da non sgualcire, forse il lavoro si allungherà più del previsto, però coinvolgerli aiuta sicuramente loro prima di tutto per l’attività educativa, e voi avrete fatto un altro lavoretto di casa senza delegarlo a nessuno!

Mettere in scena, anche sfruttando momenti di lavoro veri e propri nella casa, situazioni immaginarie in cui si fa finta di essere qualcuno aiuta lo sviluppo del bambino e forse anche gli adulti, per ricordarci che ogni tanto si può tornare bambini !

Ti senti stressata al solo pensiero di fare il cambio armadio con i tuoi figli?

Antistress Complex può aiutarti!