LE OCCHIAIE: COME INTERVENIRE

LE OCCHIAIE: COME INTERVENIRE

24/2/21

Le occhiaie sono un inestetismo dovuto a varie cause. Molte volte all’origine di questo "difetto" c’è anche una predisposizione genetica che rende le occhiaie particolarmente visibili. Si contraddistinguono per il colore violaceo e talvolta dalla presenza contemporanea di gonfiore.

Le cause che portano all’insorgere delle occhiaie sono varie. Uno scarso riposo e l’insonnia rendono la pelle più pallida e i capillari sottostanti più evidenti. La disidratazione e la ritenzione di liquidi causa un dilatamento dei vasi nella zona perioculare. Ulteriori cause possono essere l’anemia e una scarsa assimilazione del ferro che accentuano il pallore del viso. Anche le allergie, le intolleranze alimentari, lo stress e l'ansia sono fattori che influiscono notevolmente.

La medicina tradizionale cinese interpreta le “borse” sotto gli occhi come un indebolimento dell’organo Rene e a una sua difficoltà a funzionare, mentre le occhiaie le collega all’organo Fegato e ad un accumulo tossinico.

COME INTERVENIRE?

  • Agendo sull’acidità dell’organismo, riequilibrando il pH e i sistemi tampone del nostro corpo. Gli alcalinizzanti rendono meno visibili i sintomi più comuni di acidosi, quali infiammazione, difficoltà digestiva e disturbi cardiovascolari. Una supplementazione di sali minerali e oligoelementi permette di contrastare la perdita di importanti sostanze nutritive dovuta ad un eccessiva sudorazione, perdita di liquidi ed un’eccesiva attività fisica. 
  • Privilegiare il benessere del sistema nervoso. Uno squilibrio a questo livello provoca disturbi del sonno, insonnia, ansia e stress. Si possono assumere varie piante sedativa e calmanti come Tiglio, Melissa ed escolzia.
  • Depurare l'intero organismo, privilegiando i principali organi emuntori (fegato, reni). Abbiamo già detto come nella medicina tradizionale cinese i reni e il fegato siano strettamente correlati a questo disturbo. A livello di questi organi si può andare incontro ad un accumulo di tossine e cataboliti che invalidano la loro funzionalità. Una depurazione di questi organi permette l’eliminazione di tossine ed un organismo più preparato e pronto a rispondere agli stimoli esterni. 
  • Agire sull’ossidazione cellulare. L’olio essenziale di limone è un potente antiossidante, elimina e previene la formazione di radicali liberi. Per quanto il suo succo abbia un pH acido, per la presenza dell’acido citrico, una volta metabolizzato svolgerà un’azione alcalinizzante nel nostro organismo, contribuendo a mantenerlo in buona salute, in particolare prevenendo calcoli renali ed accumuli di acido urico.

ULTERIORI CONSIGLI 

Bere durante la giornata almeno 1,5-2 litri d’acqua. In inverno si possono anche sorseggiare infusi o tisane calde. Praticare attività fisica all’aperto per fare il pieno di vitamina D. Consumare alimenti freschi, molta frutta e verdura ricche di vitamine, semi di zucca e girasole ricchi di oligoelementi. Cercare di non andare a dormire troppo tardi e praticare tecniche di rilassamento come lo yoga e la meditazione.

Scopri la linea alkavita, depurativo fegato potenziato e l'olio essenziale di limone