COME SCONFIGGERE LA STANCHEZZA PRIMAVERILE

COME SCONFIGGERE LA STANCHEZZA PRIMAVERILE

23/7/19

PERCHÉ IN PRIMAVERA SIAMO PIÙ STANCHI?


Con il cambio di stagione aumentano le temperature e le ore di luce, il ritmo di vita si modifica e il nostro organismo deve impiegare più risorse per fare quello che normalmente portiamo a termine senza sforzo. Si tratta di una cosa normale che va assecondata e che passerà nell’arco di poco tempo.

CONSIGLI PER RITROVARE LA TUA ENERGIA:

Presta maggiore attenzione all’alimentazione, diminuisci l'assunzione di carne rossa, farine raffinate e latticini e prediligi un’alimentazione basata su frutta e verdura di stagione.

Il caffè che ha un’azione stimolante sul sistema nervoso centrale, può favorire la concentrazione e contrastare la sonnolenza; attenzione però ad assumerlo preferibilmente la mattina o dopo pranzo e a non superare le 2-3 tazzine al giorno per non soffrire di insonnia durante la notte. In questo caso meglio scegliere una tisana allo zenzero o alla cannella che hanno azione tonica e rigenerante.

Un po’ di sano esercizio fisico all’aria aperta migliorerà l’umore e il benessere, approfitta delle giornate che si stanno allungando per fare due passi!


PROVA CON UN INTEGRATORE!


Se questo non basta puoi provare a integrare vitamine e minerali per aumentare la tua energia:

  • VITAES COMPLEX: a base di Vitamina A, E e Selenio, ideale per sostenerti nei momenti di stanchezza e per preparare la pelle alla luce del sole che inizia ora a farsi più intensa. Vai alla scheda prodotto.
  • PLURIMO: il multiminerale e multivitaminico adatto a tutta la famiglia, dal momento che è a base di microelementi può essere abbinato a magnesio, potassio e zinco. Vai alla scheda prodotto.

 

TI SENTI TRISTE E NERVOSO?


Il cambio di stagione, come visto, può causare stress fisico che facilmente si rifletterà sull’umore rendendoci nervosi e…tristi!

Tirati su con Rhodiola Rosea! Gli effetti benefici: 

  • Esercita un effetto antifatica con aumento delle prestazioni mentali, in particolare la capacità di concentrazione in soggetti sani, e riduce il “burnout” in pazienti con sindrome da stanchezza.
  • E’ un coadiuvante nelle diete ipocaloriche in quanto, se associata anche ad un corretto esercizio fisico, favorisce il metabolismo dei grassi.
  • Favorisce la produzione di serotonina per equilibrare i disturbi del sonno.
  • Ottimo per affrontare attività sportive intense in quanto diminuisce i tempi di recupero.