RITENZIONE IDRICA

Ordina e filtra
Home RITENZIONE IDRICA

La ritenzione idrica è una condizione dell'epidermide e del connettivo sottostante dovuta al ristagno di liquidi in questi tessuti, a causa di una cattiva microcircolazione.

Tessuti poco elastici e gonfi,  caratterizzati da un aspetto poco levigato e compatto, indicano uno stato di ritenzione idrica. Le gambe gonfie sono il primo sintomo, dato che la ritenzione idrica si manifesta primariamente su cosce e fianchi; oltre al gonfiore, può comparire anche una sensazione di pesantezza. La ritenzione idrica può interessare tuttavia anche gli arti superiori e l’addome.

Le cause sono di solito legate alla cattiva alimentazione e alla sedentarietà. Nel caso in cui insorga anche cellulite e il problema di microcircolazione si amplifichi, possono aggiungersi altri fattori di tipo genetico (come la tendenza ad accumulare o meno tessuto adiposo), ormonale (eccesso di estrogeni che promuovono la ritenzione dei liquidi), assunzioni di farmaci (come la pillola anticoncenzionale), stress e nervosismo.

Ci sono diverse soluzioni per contrastare tale problema; innanzitutto è opportuno correggere lo stile di vita, promuovendo in particolar modo l’attività fisica, specie quella svolta in acqua.

È bene inoltre seguire una dieta equilibrata, povera di sodio e cibi raffinati o dolci e ricca di alimenti che migliorino la circolazione. Esistono poi alcuni ingredienti naturali che favoriscono l’eliminazione dei liquidi accumulati e il benessere del microcircolo.