STANCHEZZA E AFFATICAMENTO: I TRUCCHI PER COMBATTERLI

STANCHEZZA E AFFATICAMENTO: I TRUCCHI PER COMBATTERLI

2/9/20

Durante i cambi di stagione, o in occasioni di studio o lavoro particolarmente intenso, capita spesso di sentirsi stanchi, debilitati e spossati; questa sensazione generale spesso ci accompagna per tutta la giornata. Non solo; in questi casi la stanchezza fisica normalmente si accompagna a quella mentale, col risultato di sentirsi apatici, privi di energia e voglia di fare.

Viviamo dei ritmi frenetici, siamo sempre talmente di fretta che quasi senza rendercene conto finiamo per applicare tali ritmi anche alla vita quotidiana, quando rientriamo dal lavoro o da scuola. Questo, a lungo andare ed in particolari occasioni, può risultare eccessivo per il nostro corpo che, provato, reagisce con drastici cali di prestazione, mancanza di lucidità e di interesse, scarsa concentrazione e stanchezza.

 

Quali sono le conseguenze?

L'insieme di questi fattori può indebolire le naturali difese del nostro organismo, che di conseguenza risulta più esposto ad attacchi di virus e batteri, senza contare che i cali di prestazione fisica e mentale possono ripercuotersi negativamente anche sulla vita lavorativa e privata.

 

Cosa fare in questi casi?

1. Seguire un'alimentazione varia e il più possibile bilanciata, in modo da evitare di incorrere in carenze nutrizionali che potrebbero peggiorare il quadro generale.

E' importante consumare quotidianamente, in modo equilibrato, carboidrati, proteine, fibre e lipidi. Frutta e verdura sono importantissime per fornire tutte le vitamine e i sali minerali di cui il nostro corpo ha bisogno. Nel caso in cui sia impossibile assicurarsi un'assimilazione bilanciata di tutti i nutrienti, come nel caso ad esempio di regimi alimentari vegani o vegetariani, è opportuno ricorrere ad un'integrazione.

 

2. Fare movimento.

Muoversi e fare sport, soprattutto all'inizio della giornata, ha un'azione energizzante. Scegliere un'attività fisica, anche lieve, che stimoli il nostro interesse darà un'ulteriore scopo alle nostre giornate e avrà un effetto positivo non solo sul nostro corpo, mantenendoci in forma, ma anche sulla nostra mente. Può trattarsi di un corso in palestra, di esercizi svolti in casa con dei tutorial oppure anche di una semplice passeggiata: il nostro corpo e la nostra mente ringrazieranno.
Attività come lo yoga, ad esempio, hanno un effetto positivo su quattro diversi livelli: fisico, fisiologico, energetico e psicologico; quest ultimo un aspetto da non sottovalutare.

 

3. Staccare la spina

Il terzo punto è infatti proprio questo: per ricaricare le energie e contrastare la stanchezza e l'affaticamento è utile ritagliarsi dei momenti per sè durante l'arco della giornata.

Bastano pochi minuti! Leggere, ascoltare musica, giocare, bere una tisana o anche semplicemente prendersi una piccola pausa rilassa la mente e le consente di recuperare per proseguire meglio di prima.

 

4. Ridurre lo stress

Infine è importante sfruttare i momenti disponibili per ridurre lo stress: se durante la settimana è difficile, sfruttiamo i sabati e le domeniche di questa mezza stagione e approfittiamone per stare in mezzo alla natura. 

In Giappone si ritiene che il "forest bathing" o "bagno di foresta" (termine che si riferisce all'usanza di fare passeggiate nei boschi, camminando tra gli alberi e respirandone l'atmosfera) sia un'attività particolarmente efficace nella riduzione dello stress, grazie alle impressioni visive e olfattive; inoltre si aggiungono i vantaggi di una lieve attività motoria, con una conseguente riduzione del cortisolo.

5. Integrare

Per avere un ulteriore aiuto nel contrasto di affaticamento e stanchezza è possibile ricorrere a integratori completamente naturali a base di Rhodiola rosea o alga spirulina, contenute in prodotti come Rhodiola o Spirutonic.