I colori degli antiossidanti per combattere i radicali liberi

I colori degli antiossidanti per combattere i radicali liberi

15/1/20

Nel campo della salute e dell’alimentazione naturale si sente spesso parlare di antiossidanti.

Non solo nelle erboristerie e farmacie ma anche nei normali supermercati gli antiossidanti sono presenti e sempre più ricercati dalle persone.

Ma sappiamo realmente cosa sono e la loro funzione ?

Gli antiossidanti sono molecole con la capacità di rallentare i danni dovuti dal processo di ossidazione, il quale produce radicali liberi. Per capire il processo di ossidazione pensiamo a quando tagliamo un frutto e lo lasciamo esposto all’aria, questo dopo un po’ comincia a scurirsi. L’ossidazione è un processo naturale che avviene all’interno delle cellule del corpo, quando respiri, digerisci, fai attività fisica e altro. Quando il glucosio raggiunge la cellula, questo viene consumato tramite reazioni di ossidazione, le quali avvengono utilizzando l’ossigeno, producendo così questi dannosi radicali liberi che danneggiano le cellule.

Gli antiossidanti possono essere divisi in due gruppi: solubili in acqua e solubili nei grassi.

Gli antiossidanti solubili in acqua svolgono le loro funzioni nei fluidi all'interno e all'esterno dalle cellule, mentre gli antiossidanti solubili nei grassi agiscono principalmente nelle membrane cellulari.

Ecco una lista dei maggiori antiossidanti:

  • Vitamina C: rappresenta uno dei più importanti antiossidanti solubili in acqua (Vitamina C naturale in capsule, Vitamina C masticabile, C Vitality)
  • Vitamina E: maggiormente presente negli oli vegetali (Vit-A-ES)
  • Flavonoidi: si trovano in grande quantità negli estratti vegetali (uva)
  • Antiossidanti polifenolici come il resveratrolo, contenuti nei frutti e nel vino
  • Carotenoidi come il licopene contenuti anch'essi nella verdura o il sulforafano contenuto nei broccoli (Alkavita power)
Esempi degni di nota sono i curcuminoidi contenuti nella curcuma, (Curcumaxima)  e i polifenoli contenuti nell’olio extravergine di oliva come l’oleocantale e l'oleuropeina, contenuta in elevate concentrazioni nell'Olealipid.

    Grazie all'azione degli antiossidanti, possiamo prevenire i danni dovuti all'ossidazione. Tanti sono gli alimenti ricchi di antiossidanti, eccone alcuni esempi:

    • Cereali integrali: gli antiossidanti naturali contenuti nel grano integrale distruggono i radicali liberi 50 volte più delle vitamine C ed E da sole
    • Legumi: da consumare ben cotti e con la buccia
    • Verdura e frutta di stagione: che per variare può essere consumata anche nei frullati e nei centrifugati.
    • Il pesce azzurro, come ad esempio: sgombro, sardine e merluzzo.
    • Il the verde, il caffè, il cacao.
    • Le spezie, come: zenzero, curcuma e salvia.
    Una particolare attenzione però deve essere prestata alla cottura e alla conservazione dei cibi, perché altrimenti si rischia di degradare le molecole antiossidanti.

    In generale è meglio preferire una cottura a vapore o cottura breve. Un'altra buona abitudine è quella di aggiungere l'olio dopo la preparazione delle pietanze, in questo modo le proprietà dell'olio saranno preservate.