COME SOPRAVVIVERE ALLO STRESS DA FINE SCUOLA

COME SOPRAVVIVERE ALLO STRESS DA FINE SCUOLA

2/6/21

L’anno scolastico è agli sgoccioli e l’impegno dei ragazzi è messo a dura prova. Soprattutto dopo un anno, più di un anno, passato in questo modo. Tra finte libertà e quarantene, tra lo studio in presenza e quello filtrato da uno schermo, tra mascherine e disinfettanti, tra vera scuola e scuola virtuale. Lo stress è dietro l’angolo.

Periodo di esami, verifiche, lo stress da prestazione è al culmine stagionale! Inoltre, se a ciò aggiungiamo il cambiamento climatico, tipico di questa stagione, si è composta la ricetta per uno stress assicurato. 

E allora, bisogna alleggerire il carico quotidiano, dedicare tempo ad un adeguato riposo e impegnarsi in una sana alimentazione, per fare in modo che le energie dei ragazzi si riequilibrino da sole. 

 

ALCUNI CONSIGLI

  • Adeguare l’alimentazione. Preferire la frutta, in tutti i modi possibili: frullati, concentrati, macedonie.. Una banana al giorno, con il suo contenuto di potassio, o un kiwi, ricco di potassio e vitamina C, possono essere molto utili. Sfruttare le verdure di stagione che sono tante e molto buone. 
  • Aumentare la quantità d’acqua. I ragazzi, a volte, bevono poco perché si dimenticano di farlo. È opportuno a volte ricordarlo in modo tale da migliorare la sua idratazione.
  • Dormire. Se durante il giorno i momenti di sonno sono presenti, le forze del bambino ingraneranno da sole.
  • Rispettare i ritmi naturali. Prestiamo attenzione e rispettiamo la loro autoregolazione, per cui quando sono stanchi dormono, quando hanno fame mangiano e quando non hanno appetito non mangiano.

RIMEDI NATURALI

Anche l'utilizzo di rimedi naturali che vadano a colmare alcune carenze e lacune nutritive. 

Per aiutarli ad affrontare questo ultimo scoglio prima delle tanto agognate vacanze estive è possibile consigliarli dei rimedi che vadano a migliorare le loro prestazione scolastiche. 

In caso di ansia e stress che non permettono la concentrazione per le ultime interrogazioni e verifiche, provare con il gemmoderivato di Tiglio. Un rimedio molto utile per calmare l'iperemotività che in alcuni casi porta anche alla comparsa di palpitazioni.

La Rhodiola, invece, è una pianta adattogena che grazie alla presenza di salidroside e rosavidina, due glicosidi aromatici aventi una struttura chimica simile a quella dell’eleuterococco, il famoso ginseng siberiano. Queste sostanze hanno la capacità di favorire l'apprendimento e la capacità mnemonica, abbassando l'ansia. 

Antistress complex è composto da una sinergia di rimedi naturali come gli Adattogeni (Schisandra, Tulsi e Rhodiola), l'Avena, la Centella, la Verbena e la Santoreggia. L'avena, in particolare, è utilissima per placare lo stress nel caso il soggetto sia sottoposto a grossi carichi lavorativi e di studio.